http://policlinico.ecmcampus.it/violenza16

Aggiornamenti in materia di violenza sessuale, violenza domestica e loro protocolli sanitari
22,5 crediti

Il corso "Aggiornamenti in materia di violenza sessuale, violenza domestica e loro protocolli sanitari" è stato realizzato dalla Fondazione IRCCS Ca' Granda - Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

La presente versione è totalmente rinnovata e rivista alla luce della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul) approvata dallo Stato Italiano con legge n. 77 del 27 giugno 2013.

1. RAZIONALE DEL CORSO

L’idea stereotipa di violenza contro le donne, comune tra gli operatori sociali e sanitari, è quella di un grave reato, ma relativamente poco frequente. Anche per questo si tende a non riconoscerla come problema, alla stregua delle malattie troppo rare.

Purtroppo i dati sulla diffusione della violenza dimostrano il contrario: nel «Rapporto sulla violenza contro le donne, le sue cause, le sue conseguenze», redatto per il Consiglio dei diritti umani dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (15 giugno 2012), emerge che in Italia la violenza in famiglia è una realtà molto diffusa, ma anche poco denunciata: il 76 per cento delle violenze nel nostro Paese avviene tra le mura domestiche ad opera di ex partner, mariti, compagni o persone conosciute. Altro dato che emerge è che il rischio di subire uno stupro piuttosto che un tentativo di stupro è tanto più elevato quanto più è stretta la relazione tra autore e vittima. Inoltre i partner sono responsabili della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica rilevate (violenza domestica) alla quale si aggiunge l’abuso sessuale infantile.

Recentemente (19 giugno 2013) la Convenzione in materia di prevenzione e contrasto della violenza sulle donne, chiamata comunemente Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa (7 aprile 2011), ha completato il suo iter parlamentare con l’approvazione unanime anche da parte del Senato ora convertita in legge (legge n. 77 del 27 giugno 2013).

La ratifica da parte dell'Italia della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica rappresenta un passo di fondamentale importanza per proseguire l'azione contro ogni forma di violenza nei confronti dei soggetti fisicamente più deboli, in primis donne e minori.

La Convenzione di Istanbul rappresenta il primo strumento internazionale che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza, nonché il primo trattato internazionale che riconosce la violenza sulle donne come violazione dei diritti umani e come forma di discriminazione.

La Convenzione di Istanbul definisce una vasta gamma di provvedimenti per affrontare tale flagello in tutta la sua complessità ed esorta ad un cambio di mentalità per estirpare i pregiudizi fondati sulla cosiddetta «inferiorità» delle donne o sui ruoli stereotipati attribuiti a donne e uomini e promuovere il raggiungimento di un’uguaglianza non soltanto de jure ma anche de facto.

Sfortunatamente in Italia quest’obiettivo appare ancora lontano nel 2011, 7 omicidi su 10 sono stati preceduti da violenze e sono morte 127 donne, il 6,7 per cento in più rispetto al 2010, mentre nel 2012 sono state uccise 90 donne. Secondo l'ISTAT nel nostro Paese sono quasi 7 milioni le donne di età compresa tra i 16 e i 70 anni vittime di violenza fisica o sessuale nel corso della loro vita. Dall'inizio degli anni Novanta è diminuito il numero di omicidi di uomini su uomini mentre il numero di donne uccise da uomini è aumentato: l'intensità e il grado di diffusione di episodi di violenza e abuso nei confronti delle donne sono tali da aver suggerito il conio del termine «femminicidio».

Il corso cerca di tipizzare e quantizzare i fenomeni e descrive le “buone pratiche assistenziali” emergenti anche dall’esperienza del Pronto Soccorso dedicato a queste problematiche presso la Clinica Mangiagalli della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Policlinico di Milano: il Soccorso Violenza Sessuale e Domestica (SVSeD) riconosciuto come “Centro di riferimento regionale della Lombardia per i problemi della violenza sessuale alle donne e ai minori”.

In particolare viene data evidenza della necessità/utilità di una metodologia di accoglienza, cura e sostegno che preveda l’integrazione di diverse professionalità essenziali per affrontare e rispondere in maniera adeguata ai molteplici bisogni di coloro che sono stati vittime di atti di violenza sessuale e/o domestica.

2. OBIETTIVI DIDATTICI

AREA FORMATIVA: COMPETENZE TECNICO-SPECIALISTICHE
OBBIETTIVO FORMATIVO: N. 22 FRAGILITA' (MINORI, ANZIANI, TOSSICO-DIPENDENTI, SALUTE MENTALE) TUTELA DEGLI ASPETTI ASSISTENZIALI E SOCIO-ASSISTENZIALI.
3. ARGOMENTI E STRUTTURA DEL CORSO

Il corso consiste in un percorso formativo articolato in diverse unità raggruppate in moduli. Questo corso non presenta percorsi formativi differenziati per professione. Il percorso formativo è unico per tutte le professioni.
L'impegno complessivo (lettura, approfondimento) è mediamente di 12 ore. 4. METODO DIDATTICO E CARATTERISTICHE

Il Corso "Aggiornamenti in materia di violenza sessuale, violenza domestica e loro protocolli sanitari" è basato su un percorso didattico di auto apprendimento strutturato.
Il corso consiste in un percorso formativo articolato in 8 moduli. Il percorso formativo è unico per tutte le professioni.
L'impegno complessivo, (lettura e approfondimento), è mediamente di 12 ore.
L'attribuzione dei crediti avviene al superamento del test finale che può essere eseguito direttamente on-line attraverso un questionario a scelta multipla randomizzato. Il relativo attestato viene generato al superamento del test (almeno 75% di risposte esatte), previa compilazione della scheda di rilevazione della qualità percepita. Il test può essere ripetuto senza limite al numero di tentativi.

5. SERVIZI 6. GLI AUTORI:

Responsabile scientifico:
Dr. Marco Daniele Segala
Dirigente Medico
Direzione scientifica
Fondazione IRCCS Ca’ Granda - Ospedale Maggiore Policlinico
Milano

Autori:
Dr.ssa Alessandra Kustermann
Dirigente Medico
Responsabile Pronto Soccorso Ostetrico e Ginecologico
Fondazione IRCCS Ca’ Granda - Ospedale Maggiore Policlinico
Milano


Dott.ssa Elena Calabrò
Psicologa –Psicoterapeuta
Coordinatrice Psicosociale del Soccorso Violenza Sessuale e Domestica (SVSeD)
Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico
Particolare riconoscimento e ringraziamento agli autori della versione precedente del corso, grazie al quale è stato possibile il lavoro per arrivare alla revisione attuale con tutte le integrazioni ed aggiunte:

Dr.ssa Florinda Ceriani
Dirigente Medico
Ostetricia e Ginecologia
Ospedale di Rho (MI)

Dr.ssa Elisa Colombo
Dirigente Medico
Psichiatria
Fondazione IRCCS Ca’ Granda - Ospedale Maggiore Policlinico
Milano

Dott.ssa Donatella Galloni
Assistente Sociale
ASL di Milano

Dr.ssa Maura Levi
Medico Chirurgo
Psicologia Clinica

Dr.ssa Marina Ruspa
Ginecologa
Consultori Familiari
ASL di Milano

Dr.ssa Anna Uglietti
Dirigente Medico
Ostetricia e Ginecologia
Fondazione IRCCS Ca’ Granda - Ospedale Maggiore Policlinico
Milano
7. DESTINATARI
Tutte le professioni sanitarie.

8. CREDITI ECM

L'accesso ai servizi e all'esame finale per l'attribuzione dei crediti ECM è subordinato al pagamento di un contributo ECM (vedi punto 11).
Il rilascio dei crediti ECM è vincolato al superamento dell'esame on-line: il relativo attestato viene generato, sempre on-line, al superamento del test (almeno 75% di risposte esatte). Il test può essere ripetuto senza limite al numero di tentativi.

Il completamento di questo corso dà diritto al riconoscimento di 22,5 crediti ECM secondo quanto previsto dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua che nel corso della riunione del 4 dicembre 2012 ha stabilito un premio incentivante del 25% da attribuire al monte crediti degli eventi ECM aventi come tema l’ “assistenza sanitaria in favore delle persone che hanno subito violenza”.

Il provider di questo corso è Adveniam srl (Società di Formazione controllata dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda - Ospedale Maggiore Policlinico, accreditamento standard n. 115).

9. DATA DI ATTIVAZIONE E SCADENZA
dal 02/10/2016 al 31/12/2016. (ediz. precedenti: 70708, 138146)

10. REQUISITI PER PARTECIPARE

Prerequisiti professionali per la fruizione del corso: nessun requisito particolare.
Il percorso didattico completo è scritto per essere ugualmente fruibile (con maggiore o minore impegno) da tutte le professioni.
Prerequisiti di sistema: 11. COSTI

La visione dei contenuti del corso è gratuita previa registrazione ed autocertificazione della sussistenza dei requisiti di partecipazione. L’accesso al servizio di tutoraggio e all’esame finale per l’attribuzione dei crediti ECM è invece subordinato all’acquisto del corso.
Il prezzo di listino è di 66,39 euro + IVA (= 81 euro IVA inclusa).
Il pagamento può essere effettuato direttamente online con carta di credito oppure tramite bonifico (bancario o da bancoposta). La fattura (che può essere intestata al discente o al suo datore di lavoro) è scaricabile direttamente online dall'area amministrativa. Sono previste tariffe agevolate nel caso di iscrizione contestuale di almeno cinque utenti con fatturazione unica.
Il pagamento può essere effettuato dopo la registrazione, anche a corso iniziato comunque prima dell'accesso al test finale.